Progetto GimMUN

Dopo le prime due edizioni del CF MUNESCO a Cividale del Friuli (novembre 2014 e novembre 2015), quest’anno è stata la volta di Ptuj.
Dal 27 febbraio al 1ᵒ marzo si è svolta, infatti, a Ptuj la 1ᵃ edizione della conferenza MUN per gli studenti delle scuole superiori, la prima in assoluto organizzata in Slovenia. Da ricordare che è un evento organizzato e curato esclusivamente dagli stessi ragazzi. Prendendo spunto dai cividalesi, gli alunni di Ptuj sono stati bravissimi a portare avanti quattro giornate di dibattiti accesi. Nemmeno il Carli è potuto mancare all’appuntamento.

A dare il via al GimMUN Ptuj è stata la cerimonia d’apertura tenutasi al suggestivo Castello di Ptuj, dove è intervenuto anche il sindaco.
Ma il vero e proprio lavoro è iniziato la mattina di sabato, dove circa 90 alunni provenienti dai ginnasi di Ptuj, Brežice, Celje, Ormož, Ljutomer, Pirano, Capodistria, Varaždin, nonché una delegazione tunisina e due delegazioni italiane, si sono confrontati in quattro comitati affrontando problemi quali l’abolizione della pena di morte, la pace in Ukraina, il diritto all’istruzione delle donne in Asia e gli organismi geneticamente modificati. Il filo conduttore della conferenza: Vivi e lascia vivere ovvero TO LIVE AND LET LIVE.

Le nostre due ragazze, Martina Scalia e Sara Paola Calcagnini, ormai esperte, quest’anno hanno avuto un ruolo ancora più importante rispetto alle esperienze precedenti; hanno infatto assunto il ruolo di Deputy Chair ovvero copresidenti delle assemblee, nei comitati Security (Sicurezza) e Environment (Ambiente). Entrambe sono state bravissime e hanno rappresentato la nostra scuola con grande successo.

Torna in alto