09 Ott. 2020

Ieri, giovedì 8 ottobre, gli allievi della classe I hanno partecipato a ben due laboratori artistici, dove hanno incontrato opere e processi creativi di diverso genere e sperimentato il riuso creativo di vari materiali.
Nella prima parte della giornata gli allievi hanno incontrato Giuliana Balbi, artista triestina che si occupa di arte tessile e fiber art. L’incontro, organizzato da Lorena Matic dell’associazione Opera Viva di Trieste, ha portato i ragazzi a toccare con mano opere d’arte in tecniche diversissime, dalla foto-tessitura, all’arazzo contemporaneo, passando per l’abito come opera d’arte. L’obiettivo principale del laboratorio era quello di far comprendere ai ragazzi che nell’arte, come nella vita, bisogna sperimentare e provare a fare nuove esperienze per trovare la propria strada e arrivare a un proprio linguaggio espressivo personale. Messaggio utilissimo e in funzione al progetto e al concorso Questa volta metti in scena…, che quest’anno porta il titolo Il blu come l’oro.

La seconda parte della giornata, organizzata dall’ente JSKD, è iniziata a Palazzo Pretorio, dove i Carliti hanno visitato la mostra del progetto creativo TO SI TI (Questo sei tu), guidati dalla storica dell’arte Mateja Palčič . I costumi dell’esposizione sono stati creati da Vanja Stojanovič, il trucco da Neli Paspalj, Marina Kocijančič, Tanja Petelin, e Sara Barut, mentre le foto sono di Gregor Ravnikar. L’artista e costumista Vanja Stojanovič ha poi esposto brevemente agli allievi una storia del costume e dell’abito come forma artistica, invitandoli in seguito a creare un proprio costume. Divisi in due gruppi, i ragazzi hanno ricevuto il compito di progettare il costume di un’eroina magica in grado di salvare il mondo. Per scoprire come se la sono cavata, guardate le foto della galleria.